Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

PERUGIA: UNA TRAGEDIA IN STILE USA

Oltreoceano ne accadono a iosa, di vicende analoghe. Qui da noi no, per adesso, ma la direzione è quella

Chi vuole – ossia chi ne ha bisogno, per paura o per convenienza – si rifugi pure sotto il solito, rassicurante ombrellino della follia individuale. Ripeta pure, innanzitutto a se stesso, che quello che è accaduto ieri a Perugia, dove un uomo è entrato nella sede della Regione Umbria e ha ammazzato due impiegate a colpi di pistola, prima di rivolgere l’arma contro se stesso e togliersi la vita, è nulla di più che un atto di pazzia.

Un evento tragico, ma anche semplice. E persino banale. Doloroso, ma anche inevitabile. E persino di scarso o di nessun rilievo, sul piano statistico. Il classico caso, più o meno frequente ma di per se stesso accidentale, di qualcuno che non regge alle pressioni dell’esistenza e finisce col perdere il senno. Per cui, in una dinamica arcinota di omicidio-suicidio, prima scatena la rabbia su qualcun altro (a chi tocca, tocca) e infine su di sé. Un ultimo lampo di esistenza, benché delirante, e subito dopo le tenebre della morte.

Noi la pensiamo diversamente. Noi pensiamo, e lo abbiamo scritto nello Speciale dedicato agli USA (qui), che le caratteristiche di una società come quella statunitense indeboliscano moltissimo la psiche dei singoli. Accentuandone, fino a esasperarla, la sensazione di isolamento. E quindi di ostilità indiscriminata.

All’aggressività che si è subita si finisce col rispondere in maniera uguale e contraria. Invece di incanalare la propria sete di rivalsa negli ambiti legali, e moralmente legittimati, della competizione liberista, la si riversa nelle condutture sotterranee della frustrazione. Così come le discariche sono il complemento del consumismo, e la rete fognaria è in qualche modo speculare a quella della distribuzione dell’acqua, il malessere psichico che colpisce tanti milioni di cittadini americani è il riflesso (e il marchio) di un modello squilibrato e disumano. Squilibrato sul piano materiale. Disumano su quello interiore.

La conclusione è ovvia: poiché l’Europa si è lasciata soggiogare da quello stesso modello, imperniato sui miti della ricchezza e della notorietà, siamo indirizzati verso dinamiche simili a quelle degli USA. E tra le cartine di tornasole ce n’è una elementare, legata alle reazioni immediate, e istintive, nei confronti di ciò che è avvenuto ieri a Perugia. Qual è stato il primo impulso? Avere più particolari di cronaca? Vedere le foto delle vittime, e dell’assassino? Chiacchierarne col primo che capita, per condividere la stessa emotività di superficie?

L’autodiagnosi dell’infezione è il primo passo, per cercare di guarire.

Federico Zamboni

Ma come si lambiccano, questi economisti…

Napoli, Città della Scienza andata in fumo. Per fortuna