Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

"L’Uomo che verrà" - Giorgio Diritti


Sinossi
Inverno, 1943. Martina, unica figlia di una povera famiglia di contadini, ha 8 anni e vive alle pendici di Monte Sole. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. La mamma rimane nuovamente incinta e Martina vive nell'attesa del bambino che nascerà, mentre la guerra man mano si avvicina e la vita diventa sempre più difficile, stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l'avanzare dei nazisti. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 il bambino viene finalmente alla luce. Quasi contemporaneamente le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto.

Regista
Giorgio Diritti nasce a Bologna nel 1959. Lavora al fianco di Carlo Lizzani, Lina Wetmüller, Florestano Vancini e Pupi Avati. Partecipa all'attività di Ipotesi Cinema, fondato e diretto da Ermanno Olmi. Il suo cortometraggio Cappello da marinaio è stato presentato in concorso a numerosi festival. Nel 1993 realizza il film per la TV Quasi un anno. Il suo film d'esordio, Il vento fa il suo giro (2005), vince numerosi premi e, nel 2008, riceve 5 candidature ai David di Donatello. Il progetto de L'uomo che verrà è stato presentato a New Cinema Network, al Festival Internazionale del Film di Roma del 2006.

 

International Title
THE MAN WHO WILL COME

Italy, 2009 - 115'
Color, 35 mm

Cast
Alba Rohrwacher, Maya Sansa, Claudio Casadio, Greta Zuccheri Montanari

Direction
Giorgio Diritti

Screenplay
Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Giovanni Galavotti

Production
Aranciafilm, Rai Cinema

International Distribution
Intramovies

"Vision" - Margarethe von Trotta

Live - Maratona dalla pelle al cielo dalle 20 e 30