Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Sognate i Guns, ma godetevi Slash

Sognate i Guns, ma godetevi Slash

Transient

La vorreste tutti questa benedetta reunion, vero?

È senza dubbio la più agognata, potenzialmente sponsorizzata nella storia del rock. E, oltre a una vagonata di dollari, ci sarebbero in ballo tante altre cose. La possibilità di riprendere un percorso interrotto troppo presto, per esempio. O la felicità di milioni di fan che vent’anni fa erano davvero troppo giovani per andare a un loro concerto. Ma soprattutto ci sarebbe la sfida da giocare con se stessi: i cinque ragazzi che, partiti dai bassifondi di Los Angeles e arrivati al vertice delle  di classifiche mondiali, mettono da parte odii e rancori per riformare la squadra principe di un’epoca.

E invece no, per il momento bisogna accontentarsi della solita “leggenda”. E continuare  a sperare che qualcosa prima o poi succeda. Ma se non è successo dopo l’ingresso nella Hall of Fame, quando sarà mai?

Invece di star dietro a questa pantomima da Penelopi da strapazzo, bisognerebbe pensare che le cose vanno avanti. E che per quanto il peso di quello che si è fatto può gravare sulle spalle (metaforiche e non. Gli anni passano e gli abusi si pagano. Sempre. E con gli interessi, vero Axl?), c’è chi riesce a tenersi dritto e, senza alcuna protervia, continuare per la sua strada.

La volete sapere la vera risposta? Volete sapere perché i Guns N’ Roses non si sono riformati e forse non lo faranno mai? Invece di stare a casa, sareste dovuti venire al concerto di Slash, ieri sera a Roma.

Leggi tutto su La Voce del Ribelle

Domenico “John P.I.L.” Paris

La Controra del 26/10/2012

La Controra del 26/10/2012

La Controra del 25/10/2012 - ecco il podcast

La Controra del 25/10/2012 - ecco il podcast