Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

"Dawson Isla 10" - dal Festival del Cinema

Guarda il video della recensione di Ferdinando Menconi cliccando qui

 

Sinossi

Dopo il colpo di stato militare del 1973, tutti i più stretti collaboratori e ministri di Salvador Allende vengono rinchiusi nel campo di concentramento dell'isola di Dawson, all'imboccatura dello Stretto di Magellano (soprannominata la Guantanamo cilena) dove, per cancellarne le identità, sono ribattezzati con un numero. Grazie alle pressioni della Croce Rossa Internazionale viene loro risparmiata la vita, ma non il clima inospitale, le torture e i lavori forzati. Trent'anni dopo, alcuni sopravvissuti tornano sull'isola e ritrovano il luogo in cui hanno imparato a sopravvivere in condizioni estreme, riproponendo persino in prigionia i ruoli politici che avevano nel governo. A riceverli, i carcerieri di un tempo, oggi funzionari del potere democratico. Il leggendaroi regista si ispira al libro autobiografico di Sergio Bitar ministro di Allende, all'epoca della prigionia, numero 10 del titolo. A Littin, vissuto a lungo in esilio, Gabriel Garcia Marquez ha dedicato il libro 'Le avventure di Miguel Littin, clandestino in Cile'.

Regista
Miguel Littin ha diretto il suo primo lungometraggio El Chacal de Nahueltoronel 1970 a cui è seguito il documentario Compañero Presidente(1971), basato su una conversazione con Salvador Allende. Nel 1973, ha lasciato il Cile in seguito al colpo di stato militare e si è trasferito in Messico. Successivamente ha ricevuto due nomination agli Oscar® per Actas de Marusia(Storia di un massarco, 1975) e Alsino y el Cóndor(1982). Titolo Internazionale

Dawson Island 10

 

Cile, Brasile, Venezuela 2009 117'

Lingua: Spagnolo 

Colore, 35 mm 

 

Regia

Miguel Littin 

 

Cast

Benjamín Vicuña (Sergio Bitar), Cristián de la Fuente (Tenente Labarca), Pablo Krögh (José Tohá), José Bertrand (M. Lawner), Sergio Hernández (Comandante Fellay) 

 

Sceneggiatura

Miguel Littin

 

Fotografia

Miguel Ioan Littin

 

Montaggio

Andrea Yaconi

 

Scenografia

Carlos Garrido

 

Costumi

Marisol Torres

 

Musica

Juan Cristobal Meza

 

Produttore

Miguel Littin, Walter Lima

 

Produzione

Azul Films

 

Co-produzione

Walter Lima, Villa del Cine

 

Distribuzione internazionale

MC Films - Nueva Los Leones 0135, Depto D. - 751-0691 Santiago (Chile) - T. +56 2 335 5467 - F. +56 2 335 6628 - www.mcfilms.cl / Latinofusión

 

 

 

"The last station" - dal Festival del Cinema

RAZ al Festival del Cinema di Roma