Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

RASSEGNA STAMPA DEL 29/12/2008

a cura di Arianna Editrice

Indice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Scienza e Coscienza Olistica

Storia e Controstoria

Articoli

Politica e Informazione

  • di Francesca Paci
    Le difese segrete della Striscia S e i carri armati israeliani dovessero entrare a Gaza troverebbero un altro Libano, abbiamo imparato a difenderci da Hezbollah».La voce di Nabil arriva disturbata da un appartamento di Tal As-Sultan, un quartiere di Rafah, a sud della Striscia di Gaza. A pochi chilometri di distanza l`aviazione israeliana ha appena bombardato 40 dei circa 600 tunnel scavati < ... segue
  • di Gianfranco la Grassa
     Non molti giorni fa, sia pure in un diverso ambito di discussione, avevo accennato ai fenomeni che, nel corso della storia, invertono il loro senso. Quelli che ieri sono stati massacrati – e il loro massacro deve essere esecrato senza nessuna revisione di giudizio – possono oggi diventare i massacratori e quindi vanno, nella contingenza attuale, esecrati con altrettanta < ... segue
  • di Victor Kattan
    Qualche giorno fa, le autorità israeliane hanno espulso il professor Richard Falk, Relatore Speciale delle Nazioni Unite per i Diritti Umani nei Territori Palestinesi Occupati, che era entrato nel paese per indagare sulle violazioni dei diritti umani in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, occupate da Israele. Il collaboratore di Electronic Intifada Victor Kattan ha intervistato Falk sui < ... segue
  • di Amos Harel
       I fatti sul fronte meridionale che hanno avuto inizio alle 11.30 di sabato mattina sono quanto di più vicino ci sia a una guerra tra Israele e Hamas. È difficile accertare (geograficamente) dove arriverà la violenza e quanto durerà prima che l'intervento internazionale imponga una cessazione delle ostilità. In ogni caso l'attacco < ... segue
  • di Haaretz (a cura di)
       Lunga preparazione, accurata raccolta di informazioni, discussioni segrete, studiato depistaggio dell'opinione pubblica: tutti questi elementi stanno dietro l'operazione “Piombo fuso” lanciata sabato mattina dalle Forze di Difesa israeliane contro obiettivi di Hamas nella Striscia di Gaza. Lo sforzo di disinformazione, secondo gli ufficiali della < ... segue
  • di redazionale
    Se vi state chiedendo quale potrebbe essere la storia di copertura che porterà con sé l'approvazione ufficiale americana dell'attuale carneficina a Gaza, potrebbe essere d'aiuto ricordare il cosiddetto Piano d'azione del marzo 2007. In tale documento, fatto trapelare a un giornale giordano, si profilava una duplice politica: umiliazione e vessazione del governo di < ... segue
  • di Amira Hass
    Ci sono molti cadaveri e feriti, ogni momento che passa ne vengono aggiunti altri alla lista delle vittime; e in tutto ciò non c’è più spazio all’obitorio.I familiari rovistano tra i cadaveri e i feriti in modo di dare ai morti una sepoltura veloce. Una madre che  ha perso i suoi tre bambini, che ora sono accatastati l’uno sopra l’altro nel < ... segue
  • di Michaela De Marco
    A Gaza il bilancio dei morti continua a salire. Israele è appena entrata nella Striscia. Si parla di trecento morti. Chi non è caduto sotto i colpi dell'assedio viene punito oggi dalle armi israeliane. Il mondo intero resta a guardare, impegnato nel balletto delle responsabilità, che a seconda delle parti politiche rimbalza da Hamas a "Israelamerica". La stessa < ... segue
  • di Eugenio Roscini Vitali
     In Israele i falchi hanno vinto e ancora una volta la tenuta politica e morale di un’offensiva su Gaza è diventata semplice retorica. Attesa da giorni, la reazione di Gerusalemme alle dichiarazioni di Hamas che si è rifiutato di rinnovare un cessate il fuoco iniquo è arrivata, implacabile e come sempre pesantissima. Nell’arco di pochi minuti gli aerei con la < ... segue
  • di Marc Lynch
       L'opinione pubblica araba sta esprimendo la propria rabbia per i bombardamenti su Gaza. Una parte significativa di questa rabbia è diretta verso i leader arabi, che sono stati a lungo zitti e (secondo alcuni) complici di tutto questo. La foto qui sotto, del ministro degli esteri egiziano col primo ministro israeliano Livni, è diventata un simbolo di questa < ... segue
  • di Ramzy Baroud
      È incomprensibile che una regione come la Striscia di Gaza, così ricca di storia, così satura di dignità, possa essere ridotta a pochi soffietti editoriali, frasi scarne e affermazioni riduzioniste, comode ma ingannevoli, vuote di ogni significato rilevante o perfino di un autentico valore analitico. Il fatto è che la Striscia di Gaza è ben < ... segue
  • di Gianluca Bifolchi
      Condoleeza Rice ha parlato, e ha chiarito che "Hamas è la sola responsabile di quello che sta accadendo nella Striscia di Gaza". Ora tutti sanno cosa valgono gli inviti al cessate il fuoco che il resto dei paesi occidentali e l'ONU stanno emanando e che peso inibitorio avranno sulle decisioni di Israele. Se ne ebbe un indizio in occasione della guerra del Libano < ... segue
  • di Giovanni Gnazzi
     Operazione “piombo fuso”. Così, con un nome niente affatto scelto a caso, Israele ha gettato nel sangue Gaza. Sono già duecentoventisette i morti, centinaia i feriti e decine e decine le case distrutte, le strade divelte dai razzi partiti dagli elicotteri israeliani e il bilancio, purtroppo, é destinato a crescere. Il pretesto, anche quello, è il < ... segue
  • di Jose Saramago
     La sigla ONU, lo sanno tutti, significa Organizzazione delle Nazioni Unite, vale a dire, alla luce dei fatti, niente o troppo poco. Possono affermarlo i palestinesi, le cui scorte alimentari stanno finendo, o sono già finite, perché così ha imposto l'assedio israeliano, deciso evidentemente per condannare alla fame le 750 mila persone registrate come rifugiati. Manca < ... segue
  • di Miguel Martinez
      Quello che stanno facendo a Gaza, la ciliegia rosso sangue sulla torta dopo due anni di embargo e bombardamenti, lo sapete tutti. Sabato scorso era una delle festività più sacre del calendario ebraico - lo Shabbat di Hanukkah. Per poter compiere la strage di Gaza, Ehud Barak ha dovuto chiedere una dispensa speciale dai rabbini. Non so perché sia stata scelta una data < ... segue
  • di redazionale
     Parroco di Gaza City, è un massacro non un bombardamentoGaza City - "Quello in corso a Gaza è un massacro non è un bombardamento. E' un crimine di guerra e ancora una volta nessuno lo dice". E' quanto ha dichiarato padre Manuel Musallam, parroco della Santa Famiglia, contattato dalla Misna a Gaza City. "Io sto bene, la chiesa è intatta, ma < ... segue
  • di redazionale
    Fonte: terrasantalibera
      Tra sabato 27 e domenica 28 dicembre, festa dei Santi Martiri Innocenti, a Gaza  sono state ammazzate più di 300 persone e oltre 1000 quelle  ferite  Era sabato, quando è stato lanciato l'attacco aereo e navale su Gaza da parte delle truppe dello Stato ebraico.Era Shabat Shalom, giorno sacro per i giudei. Ci voleva una dispensa speciale, per poter < ... segue

Ecologia e Localismo

  • di Andrea Bertaglio
     Abbiamo già parlato nei giorni scorsi di quello che negli ultimi tempi è stato un vero e proprio attacco ad uno dei prodotti più amati fra quelli ri-apparsi sulle nostre tavole: il latte crudo venduto alla spina. Vi proponiamo oggi un articolo che approfondisce la questione e l’intervento di un veterinario che la pensa diversamente.  Qualche settimana fa i < ... segue
  • di C.B.
    E' di nuovo tempo di allarmi alimentari legati alla filiera di prodotti animali: dal maiale alla diossina alle pecore contaminate. Ma di chi è la colpa?Una ricerca svedese accusa gli hamburger di essere tra gli agenti scatenanti dell'Alzheimer, vicino a Taranto sono state abbattute 1600 pecore colpevoli di aver pascolato in prati alla diossina e l'Europa si trova di < ... segue
  • di Andrea Bertaglio
     La crisi dei consumi si fa sentire in tutti i settori del commercio e dell’industria. Tutti gli investimenti sono bloccati. Le banche non si fidano le une delle altre.Quante volte abbiamo letto o sentito queste frasi negli ultimi mesi? Un’infinitá. E quante volte, allo stesso tempo, abbiamo sentito la parola “ottimismo”?Abbiamo giá parlato di Natale, e < ... segue
  • di redazionale
    E' uscito il QUADERNO dell'AEF n°7/2008, dedicato al tema "SOBRIETA' E  DECRESCITA". Ecco l'indice:AEF e altre associazioni: Sobrietà come stile di vita (progetto per il 2009)F. Lamendola: Una via verso la sobrietà felice-saper apprezzare i doni  dell'Essere nella vita ordinariaThich Nhat Hanh: Mostrare il cammino (rassegna stampa)Flavio < ... segue

Economia e Decrescita

  • di Sergio Rizzo
    Dai Beni culturali alla compagnia aerea delle Poste italiane, da Finmeccanica a Eni ed Enel Aspiravano a un seggio di palazzo Madama. Si dovranno accontentare invece del regalo di Natale: un poltrona in una società di Stato. Il 18 dicembre Mauro Mainardi, imprenditore con un debole per il Popolo della libertà, e Paolo Dalla Vecchia, avvocato, esponente di Alleanza nazionale, che < ... segue
  • di Nouriel Roubini*
      Il sistema finanziario del mondo ricco si sta dirigendo verso un crollo. Per la prima volta in settant’anni si è avuto paura di una corsa indiscriminata a ritirare i depositi dalle banche, mentre il sistema bancario «ombra» - agenti, prestatori di mutui non bancari, strumenti strutturati di investimento, hedge funds, fondi monetari di mercato e società di < ... segue
  • di (a cura di Eugenio Occorsio)
    Nouriel Roubini, uno dei più prestigiosi guru di Wall Street, origini iraniane, nato a Istanbul, master alla Bocconi, oggi docente di economia alla New York University, ha acquisito fama e prestigio globali da quando è riuscito a prevedere con sistematica puntualità tutti gli sviluppi dell'attuale crisi: dal crack immobiliare alla cartolarizzazione dei subprime, dai < ... segue
  • di Andrew Hughes
     Con le ondate di distruzione causate dal crollo finanziario globale è arrivato un significativo momento di riflessione obbligatoria. Se tale disastro ha investito il pianeta, quali lezioni si possono trarre per smantellare il meccanismo che lo ha causato in primo luogo?I rimedi proposti dai governi in tutto il mondo non stanno funzionando come conferma ogni reale indicatore economico. < ... segue
  • di Ralph Nader
     Il dito attualmente puntato dalla folla contraria alle regole del Congresso e dai loro compagni spirituali e ideologici dei media mi ricorda un film classico del 1939 Il Mago di Oz.E' come se questi maestri del raggiro volessero distogliere la nostra attenzione dai funzionari statali che stanno dietro la cortina anti regolamenti.In realtà, i saggi del diritto aleatorio e i < ... segue
  • di Paolo De Gregorio
    Pochi si rendono conto che il capitalismo non è solo una ideologia e una cultura, ma è anche un sistema in funzione, che dura da secoli, e che è impossibile battere sul piano democratico e teorico, ma è necessario contrapporvi un diverso modo di lavorare e produrre beni materiali, in cui si verifichino per i lavoratori migliori condizioni di vita, dignità, e uso < ... segue

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

  • di Fabrizio Legger
    La persecuzione di un popolo sotto l’indifferenza del mondoSolo la tenace resistenza dei guerriglieri ha impedito il genocidio   In Birmania (ora Myanmar), la spietata dittatura narcomilitare al potere ormai dal lontano 1988, dopo la rivolta popolare e le dimissioni dell’allora dittatore Ne Win, non opprime soltanto i birmani, ma anche le altre etnie minoritarie di cui < ... segue
  • di Fabrizio Legger
    Nei due paesi asiatici la lotta armata delle minoranze non conosce treguaLa guerriglia è l’unica via per non soccombere al genocidioIl Bangladesh e la Birmania sono due paesi asiatici confinanti. Il primo è a maggioranza islamica (l’85% della popolazione, con piccole minoranze induiste e buddiste), il secondo è a maggioranza buddista (il 56% dei birmani, con < ... segue
  • di Fabrizio Legger
    Continua la lotta per la libertà nel paese africanoTribù ribelli e militari scontenti uniti contro la dittaturaIl Ciad è uno dei paesi più poveri dell’Africa. Si tratta di una ex-colonia francese che, da quando è diventata indipendente, nel 1960, non ha conosciuto un giorno di pace. Prima la dura guerriglia dei movimenti armati musulmani del Nord del paese < ... segue
  • di Fabrizio Legger
    I separatisti baluci continuano la loro lotta contro il Pakistan  Ma il regime pachistano risponde solo con la repressione  Nonostante il dittatore militare pachistano Parvez Musharraf si sia dimesso e le recenti elezioni politiche abbiano dato al Pakistan un governo civile, la situazione non cambia nell’oppresso Balucistan, la regione meridionale del paese dove sin dai lontani < ... segue
  • di byebyeunclesam
     “Quando una potenza straniera fa un’occupazione, e pochi mesi dopo installa in quella terra la sua più grande base militare, che cosa vuol dire questo? Perché mi chiedi a chi è servita l’indipendenza del Kosovo?”. Ha il carisma di una storia misteriosa alle spalle, le certezze incrollabili della fede e nessun pelo sulla lingua Dobrila Bozovic, ex < ... segue

Cultura, Filosofia e Spiritualità

  • di Michele Fabbri
    Il collare di Sarsina«Fatti mettere il collare di Sarsina!»Questa espressione è molto familiare per chi abita in Romagna, ma al di fuori del territorio compreso tra Ravenna, Imola e Rimini risulta incomprensibile.La cittadina di Sarsina, che sorge sulle colline di Cesena, è famosa nel mondo per aver dato i natali a Tito Maccio Plauto, il celebre drammaturgo latino; ma < ... segue
  • di Francesco Lamendola
     Vi è, nella storia dell'esodo del popolo ebreo dall'Egitto alla Terra Promessa, un episodio particolarmente misterioso e ricco di significati allegorici, sul quale da sempre biblisti e storici delle religioni si interrogano, senza - peraltro - trovare un accordo generale.L'episodio è quello dei serpenti che mordono gli Ebrei nel deserto del Sinai, dopo la loro fuga < ... segue
  • di Francesco Lamendola
     A una amica che compie gli anni.Strano spettacolo la spiaggia in riva al mare, nel cuore dell'inverno, con la sabbia accumulata da un vento gelido e incessante a ricoprire la passeggiata che, nei mesi estivi, risuona di mille voci allegre e si anima di mille macchie di colori vivaci.Adesso le onde rotolano sotto il pontile incollerite, irte di spuma come le creste di draghi favolosi, < ... segue
  • di Ginette Paris
     I giardini sono l'espressione della sensualità di una cultura, una sensualità che offre a coloro che per educazione, età o cultura disconoscono o negano la vitalità sessuale, il vantaggio di non procurare ansia. In Inghilterra, per esempio, il giardinaggio appare la passione meglio integrata: ci si abbandona a essa come ci si da all'amore, < ... segue

Scienza e Coscienza Olistica

  • di Heinrich Kremer
     Estratto: Capitolo 1 de "La Rivoluzione Silenziosa della Medicina del Cancro e dell'Aids - Nuove conoscenze fondamentali sulle vere cause della malattia e della morte confermano l'efficacia della terapia biologica di compensazione"20 anni di abuso di gas di azoto come stimolante sessuale e le sue conseguenze apparentemente misteriose Nel 1960, la Food and Drug < ... segue
  • di redazionale
    Fonte: lescienze.espresso
    Scaldiamo cibi precotti nel microonde invece di coltivare ciò che mangiamo, indossiamo vestiti confezionati invece di cucirli da soli e usiamo la lavatrice senza più strofinare i panni sul lavatoio. Le comodità di ogni giorno potrebbero contribuire alla crescita della depressione, perché rinunciare al lavoro manuale priva il cervello delle ricompense che derivano dalla < ... segue
  • di Vincenzo Minissi
     Devo confessare che ho una certa simpatia per gli psichiatri. Tutti quelli che ho conosciuto nella mia vita erano personaggi originali disposti a parlare dei loro problemi, dei loro dubbi, del loro ottimistico desiderio di cambiare qualcosa che non conoscevano assolutamente. Non sono sarcastico: a fronte della gelida determinazione basata su teorie empiriche di altre branche della medicina, < ... segue

Storia e Controstoria

  • di Giovanni Pellegrino
     In questo articolo prenderemo in considerazione la condizione degli schiavi nell’impero romano nel periodo storico compreso tra il regno di Costantino e quello di Giustiniano. CostantinoDobbiamo premettere che Costantino fu il primo imperatore romano a convertirsi alla religione cristiana sebbene dobbiamo mettere in evidenza che egli si fece battezzare solamente in punto di morte (sui < ... segue
  • di Carlo Gambescia
    La questione palestinese, tornata in questi giorni prepotentemente alla ribalta a causa dei bombardamenti israeliani sulla striscia di Gaza, è politologicamente esemplare dal punto vista della prevalenza della forza sul contratto. E non a scopo deterrente.Ci scusiamo per il linguaggio criptico. Cercheremo di essere più chiari.I regimi politici (democratici o meno) sono < ... segue
  • di Fabio Calabrese
    Fonte: bibrax
     Ai primi di marzo è uscita una nuova collana da edicola, delle molte che sono diventate quasi una moda negli ultimi tempi, questa volta della Fratelli Fabbri e dedicata ad una serie di argomenti indubbiamente interessanti, i “Grandi misteri”. Il volume che inaugura la collana ci parla del Santo Graal, ed anche questo era prevedibile, dato che recentemente del Graal si < ... segue

RASSEGNA STAMPA DEL 30/12/2008

Quegli applausi a Dini (Archivio Fini: per abbonati)