Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

RASSEGNA STAMPA DEL 23/09/2008

a cura di Arianna Editrice

Indice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Storia e Controstoria

Articoli

Politica e Informazione

  • di Nicoletta Forcheri
    Fonte: mercatoliberotestimonianze.blogspot.com
      Dalla lettura di un articolo del Corriere di qualche giorno fa (vedi sotto), la Goldman Sachs sarebbe sul punto di prendere il controllo della rete Wimax italiana; del resto non c’è nessuna sorpresa, visto il ruolo cruciale che la Goldman, azionista della Federal Reserve americana, ha svolto sin dall’inizio nella svendita dell’Italia, di cui si può ragionevolmente affermare che sia iniziata <... segue
  • di Aldo Grasso
    De Filippi (Ansa)«Il ballo delle debuttanti», il nuovo reality voluto da Maria De Filippi e condotto da Rita Dalla Chiesa è poco avvincente dal punto di vista spettacolare ma molto interessante da quello sociologico. I prodi osservatori di costume, delusi dalla politica, ribadiranno così che la De Filippi è un periscopio che esplora la superficie della collettività. Seguendo la trasmissione, <... segue
  • di Gabriele Rèpaci
    1. Professor Cardini, qual è la sua opinione sul conflitto russo-georgiano? Da ormai molto tempo il governo georgiano aveva fatto la sua scelta: schierarsi con l’ “Occidente”, accedere all’Unione Europea e insieme (un’ “accoppiata” ormai considerata come naturale e necessaria, e che a me sembra demenziale) alla NATO. Non desidero entrare sulle ragioni dell’antichissimo rancore dei georgiani <... segue
  • di Paolo De Gregorio
    Subito sbeffeggiata da chi vuole i lavoratori eternamente subordinati, non ripresa dai sindacati che vedrebbero finire il loro ruolo, da parte di piloti e assistenti di volo è venuta fuori la proposta di comprarsi loro la compagnia, autotassandosi per la rispettabile cifra di 300 milioni di Euro.Se avessimo al potere dei saggi e non quei ladri e cialtroni che abbiamo, il governo avrebbe l’obbligo <... segue

Ecologia e Localismo

  • di Marco Cedolin
        Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, presenziando qualche giorno fa all’inaugurazione del nuovo rigassificatore di Rovigo, ha annunciato la “campagna di primavera” tanto ambiziosa quanto priva di riscontri oggettivi che punterà al rilancio delle grandi opere. Nuovi rigassificatori, centrali nucleari, TAV e ponte sullo Stretto di Messina, saranno secondo il Cavaliere le <... segue
  • di Stefano Montanari
          È con grande interesse che leggo, purtroppo con ritardo solo ora, l’articoletto pubblicato su http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_settembre_22/nanomateriali_rischi_a731009c-88c3-11dd-ae52-00144f02aabc.shtml    Ora sappiamo che i pesci soffrono se sono costretti a convivere con un po’ di nanoparticelle lasciate cadere nella loro vaschetta, <... segue
  • di Antonio Cianciulllo
     Da domani viaggeremo con i conti in rosso, consumeremo più risorse di quelle che la natura fornisce in modo rinnovabile. Ci stiamo mangiando il capitale biologico accumulato in oltre tre miliardi di anni di evoluzione della vita: nemmeno un super intervento come quello del governo degli Stati Uniti per tappare i buchi delle banche americane basterebbe a riequilibrare il nostro rapporto con <... segue
  • di Fabio Cavalera
        L'allarme generale per il latte tossico era scattato il 2 agosto. Mancavano appena sei giorni alle Olimpiadi. E sul tavolo del sindaco di una città del Nord-Ovest dal nome quasi impronunciabile (Shijiazhuang), più di due milioni di abitanti, era comparso un rapporto che già illustrava le malefatte alle quali erano ricorse 22 aziende per alterare il prodotto destinato <... segue

Economia e Decrescita

  • di jacopo fo
    Fonte: jacopofo
        La crisi che sta scuotendo il mondo e che minaccia di avere ripercussioni tragiche sulle tasche di miliardi di persone ha come sua origine un gioco speculativo criminale. Speculazioni che hanno fatto guadagnare miliardi di dollari sono esplose e ora tutti dobbiamo pagare. Il trucco diabolico sta in due paroline eleganti: LEVE FINANZIARIE. Le banche, nel nostro mondo assurdo, <... segue
  • di Carlo Gambescia
    Ormai da qualche tempo ci resta difficile condividere il pensiero di Geminello Alvi. Un economista, che in anni non sospetti, prima del tornado berlusconiano, definimmo geniale.Ad esempio sul Giornale, al quale collabora regolarmente, ha pubblicato un editoriale, dove stigmatizza gli ”espedienti ai quali Sec e Tesoro degli Stati Uniti si sono votati” <... segue
  • di Giovanni Petrosino
      Spesso si resta sorpresi dai momenti di estemporanea ed “improvvida” lucidità con la quale alcuni reazionari, presi nella morsa dei fatti, ci restituiscono una descrizione del mondo, del loro mondo, così pragmatica e senza schermature di sorta. <... segue
  • di Mike Whitney
      Un’intervista con l’economista Michael HudsonMike Whitney: Venerdì [5 Settembre] pomeriggio il governo ha annunciato il piano per collocare i due giganti dei mutui, Fannie Mae e Freddie Mac, in “amministrazione controllata”. Gli azionisti saranno praticamente spazzati via (le loro azioni sono già crollate di oltre il 90%) e il governo interverrà per proteggere il debito delle due aziende. <... segue
  • di Federico Rampini
      La storia si ripete con analogie impressionanti. Quel che cambia nei crolli più recenti è l´ordine di grandezza delle ricchezze distrutte, quindi la platea delle vittime A registrare le reazioni attonite della maggioranza, sembra che ogni crac finanziario colpisca all´improvviso. I sinonimi per descriverlo attingono al vocabolario delle calamità naturali. Terremoto, tempesta <... segue
  • di Paolo Cacciari
      Ho l’impressione che la «casta degli oligarchi», la nuova élite di «mega-ricchi» - come li definisce Hervé Kempf – che governa l’economiamondiale abbiamesso a segno il più grande colpo della storia. Se non ho capito male, alla fine della giostra, un colossale flusso di denaro, da 600 a 1.000 miliardi di dollari, secondo le diverse stime, transiterà dalle casse delle banche centrali <... segue
  • di mazzetta
    L'amministrazione Bush è prevedibile come l'alternarsi del giorno e della notte, eppure riesce a stupire ancora, anche coloro i quali ne pensano il peggio possibile. Sembra incredibile, ma di fronte alla crisi di Wall Street, Bush sta facendo esattamente quello che fece all'indomani del 9/11. Il piano presentato dal capo del Tesoro Paulson è l'esatta riedizione della risposta <... segue
  • di Mario Braconi
    La ditta Lehman Brothers nasce a Montgomery, Alabama, nel 1847: allora era solo un piccolo emporio gestito da una famiglia di immigrati tedeschi di origine ebraica con il pallino del commercio del cotone. Il vero salto di qualità arriva quanto i fratelli Emanuel e Mayer Lehman si trasferiscono a New York, dove abbandonano le materie prime ed iniziano a trattare carta, nel senso di <... segue
  • di Carlo Clericetti
       Com'è possibile che la quotazione del petrolio faccia un balzo di quasi 30 dollari in una sola seduta, così, all'improvviso, senza che apparentemente ci siano motivi che lo giustifichino? E' possibile perché quel salto, il più forte in una sola seduta dal 1991, riguarda il "barile di carta" e non quello reale. In altre parole, non c'è stato un improvviso aumento della <... segue

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

  • di Ralf Beste, Uwe Klussmann, Cordula Meyer, Christian Neef, Matthias Scheep, Hans-Jürgen Schlamp
        A cinque settimane dalla guerra del Caucaso le opinioni si stanno orientando a sfavore del presidente georgiano Saakashvili. Alcuni rapporti dei servizi segreti occidentali hanno minato la versione di Tbilisi, e adesso da entrambe le sponde dell'Atlantico si chiede un'indagine indipendente. Hillary Clinton ha l'aria stanca. È martedì della scorsa settimana e siede, esausta, al <... segue
  • di Jonathan Steele
    La situazione della sicurezza è migliorata, ma ora che il fumo del conflitto svanisce i costi umani dell'occupazione dell'Iraq appaiono nella loro totalità Tornato a Baghdad per la prima volta quest'anno, ero assorbito dalla questione del cambiamento. "Cos'è diverso?", avrei chiesto a quasi ogni iracheno che incontravo. "E tu, che cosa vedi di nuovo?", mi avrebbero domandato a loro volta. Ecco <... segue

Cultura, Filosofia e Spiritualità

  • di Renzo Giorgetti
            1. L’uomo vive e si muove sul territorio e sviluppa con esso un rapporto di interazione reciproca. Nel suo rapportarsi egli non solo utilizza l’ambiente come strumento di sopravvivenza, ma vi si rispecchia e trova un orientamento valido per avere una coscienza di sé e del proprio agire. Ad ogni luogo si lega il ricordo di diversi significati e funzioni che gli <... segue
  • di Claudio Risé
      La “società femminilizzata” è una grandissima fregatura per tutti, uomini e donne. Le donne perché sono state spodestate anche della loro “regalità” domestica, ormai contesa da maschi petulanti, che sanno tenere la cucina spesso meglio di loro. I maschi perché ricacciati dal circo politico-mediatico ( del resto ancora in gran parte maschile) nel girone dei violenti, gente da sottoporre a <... segue
  • di Marc Augé
    Il j’accuse di Marc Augé: «I progetti tengono conto solo in teoria del contesto locale: nella pratica dipendono dalle logiche del consumo globale»   Dopo l’uscita di Non-luoghi in Francia (1992), l’urba­nizzazione del mondo è proseguita e si è ampliata nei Paesi sviluppati, in quelli sotto­sviluppati e in quelli che oggi si chiamano 'emergenti'. Le mega­lopoli si estendono <... segue
  • di Claudio Ughetto
    Fonte: Claudio Ughetto
      Che strano Paese, l’Italia. Muore David Foster Wallace, forse il più importante scrittore americano contemporaneo, e i nostri telegiornali in sostanza non ne parlano. Ci hanno pensato i quotidiani, è vero, ma è sempre sconfortante accorgersi che viviamo in un paese in cui i media trascurano completamente la letteratura, e lo sforzo di leggere qualcosa che non sia un thriller o un <... segue

Storia e Controstoria

  • di Francesco Lamendola
      Come già era accaduto nel corso della prima guerra mondiale, anche nella seconda la Marina tedesca affidò ad alcuni incrociatori ausiliari il compito di forzare il blocco inglese nel Mare del Nord e nel Canale della Manica, per condurre la guerra di corsa contro il traffico mercantile alleato insieme alle ben più numerose e agguerrite flottiglie di U-Boote. Si trattava di una strategia <... segue
  • di Francesco Lamendola
    L'incrociatore ausiliario Atlantis fu una delle più celebri navi corsare tedesche della seconda guerra mondiale e, fino al momento dell'affondamento, probabilmente la più fortunata. La crociera da essa iniziata l'11 marzo 1940 durò ben 622 giorni e coprì una distanza di 112.000 miglia su tutti e tre gli oceani del globo; fu, pertanto, la più lunga fra tutte quelle delle sue  consorelle. <... segue

RASSEGNA STAMPA DEL 24/09/2008

RASSEGNA STAMPA DEL 22/09/2008