Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

"Piccole cose e grandi problemi" (archivio Fini: per abbonati)

il Conformista - 23 Giugno 1989

Le grandi carneficine, com'è noto, si trascinano sempre dietro un codazzo di iene e sciacalli, pronti a piluccare qua e là quando non c'è più alcun pericolo. Tali mi sono sembrati alcuni uomini politici italiani, in specie democristiani e socialisti, col corredo dei loro reggicoda intellettuali e giornalisti, i quali dei fatti della Tienammen hanno capito soprattutto che rappresentavano un'ottima occasione per aggredire il Pci, poco o nulla importandogli, in realtà, dell'immane tragedia cinese e molto, invece, di raccattare qualche voto in più per un turno di elezioni, oltretutto comiche come son quelle europee. Appartiene al provincialismo e al proverbiale cinismo italiani riportar tutto, anche le cose più grandi e atroci, alle nostre piccole beghe da cortile. È una mancanza di senso delle proporzioni. Che c'entra il Pci del 1989 con la strage di Tienammen? Che c'entra Occhetto, il cui più rilevante atto politico è stato, finora, il pubblico e volgare bacio alla moglie, con un rivoluzionario autentico, nel bene e, soprattutto, nel male, come Deng Xiao Ping? Non è lecito confondere la farsa con la tragedia. (...)

(Leggi tutto)

RASSEGNA STAMPA DEL 02/04/2009

RASSEGNA STAMPA DEL 01/04/2009