Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

L'Ispettore Barack - DOSSIER AUTOBOMBA TIMES SQUARE – ALLEGATO 1 – CLASSIFICAZIONE TOP SECRET – RAPPORTO SULLA SCELTA DEL “TERRORISTA” PAKISTANO

Il candidato, tale Faisal Shahzad (di seguito denominato PAK-BUM), è apparso subito particolarmente adatto all’incarico che intendevamo affidargli, sia pure a sua insaputa. Il suo quoziente intellettivo, misurato sulla “Scala W”, che com’è noto è intitolata al nostro indimenticato Presidente George W. Bush, è infatti risultato superiore allo standard e pari a 110/B. La definizione corrispondente è “può allacciarsi le scarpe, se dotate di chiusura stretch, e aprire una lattina, se dotata di apposita linguetta”. La lettera B precisa che il soggetto è in grado di portare a termine tali operazioni sull’arco di un numero ragionevole di tentativi, purché effettuati in condizioni di basso stress. 

Nelle prove pratiche, inoltre, Pak-Bum ha dimostrato di poter svolgere efficacemente le diverse operazioni richieste: parcheggiare l’automobile coi lampeggianti accesi e provvedere, prima di scendere dalla medesima e di allontanarsi a piedi, ad attivare il candelotto fumogeno necessario ad accrescere le probabilità che il Suv venisse notato e che qualcuno, perciò, lanciasse l’allarme. Quest’ultima parte, a dire il vero, ha richiesto un addestramento specifico. Durante le prime sessioni PAK-BUM ha commesso i seguenti errori: 1) ha acceso il candelotto ma è rimasto a bordo del Suv battendo le mani tutto contento; 2) ha acceso il candelotto ma poi lo ha scambiato per un “al Men-ke-Tabak” (rozzo sigaro del Kashmir confezionato con erba secca dell’altopiano) e si è messo ad aspirarne voluttuosamente il fumo; 3) non è riuscito ad accendere il candelotto e ha chiesto aiuto ai passanti – in realtà agenti in borghese della Sezione K della CIA, altrimenti nota come CIAK – al grido di Allah Akbar/Obama Fuckbar . Ovvero: Allah è grande / Obama (omissis).

Un’ulteriore complicazione, infine, è sorta quando PAK-BUM ha dovuto raggiungere l’aeroporto per imbarcarsi sul volo per Dubai. Benché ripetutamente rassicurato sul fatto che si trattava solo di una finzione, nell’ambito del Reality Show “American Taliban”, Pak-Bum si è rifiutato di lasciare il Paese senza la collezione completa di dvd con tutte le puntate di “Walker Pakistan Ranger”, in cui Chuck Norris trasferisce il suo immortale personaggio tra le montagne al confine con l’Afghanistan.

La soluzione è stata trovata dall’Ispettore Barack in persona: ha minacciato PAK-BUM di chiuderlo in una stanza con Hillary Clinton e Condoleezza Rice, e questi si è prontamente ammansito. Come recita un proverbio del suo Paese, “Allah Akbar/Makul immah”. Ovvero: Allah è grande / Ma il culo è il mio. 

Economia: oltre la "meccanica" il nulla, altro che etica

Prima pagina 10 maggio 2010