Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Prima pagina 5 agosto 2010

Il criterio del nuovo (nuovo?) parlamentarismo

di Valerio Lo Monaco

Elezioni? Governo tecnico? O tutto filerà liscio? A meno di non avere la sfera di cristallo nessuno può ancora dirlo. E in fin dei conti sarebbe irrilevante. Eppure il gran chiasso del reality della politica italiana delle ultime settimane (o di sempre) solleva un tema che è interessante sottolineare. Naturalmente nulla a che vedere con il cercare di sviscerare le recenti dichiarazioni di questo o quel politico, i comunicati stampa, le smentite e le controsmentite, le minacce, le ritirate, le sponde e le fronde di questo o quell'esponente di gruppo o di partito.

Lasciamo la noia e l'inutilità di tale lavoro ad altri. Tutto ruota infatti attorno ad altro argomento, ovvero il criterio con il quale si scelgono le alleanze. Di questo si tratta. Di accordi e alleanze, quando non proprio di campagne acquisti che con la politica hanno poco a che vedere (per non parlare con "il" politico). Nel nostro Paese funziona così. La politica è ridotta a calciomercato, ad accordi di bassa lega e a scelta di "amicizie" e coalizioni temporanee. Come i matrimoni moderni. Si mettono i paletti, si impalma la sposa, si lega a sé lo sposo ma guai a pensare che si tratti di una soluzione permanente. Il paletto si toglie non appena i confini sono stretti. (leggi tutto)

 

 

Processo in Tv garanzia di giustizia

L'Europeo 16 - il Conformista 21 aprile 1990

Il Consiglio superiore della magistratura si è pronunciato a favore della trasmissione Un giorno in pretura, vale a dire della possibilità per la televisione di riprendere la fase dibattimentale dei processi. Per la verità tale possibilità è ora espressamente prevista da una norma del nuovo Codice di procedura penale; poichè però tale norma pareva in contrasto con un'altra, che vieta l'ingresso in aula ai minori, erano sorti dubbi sulla sua legittimità, rafforzati anche dalla violenta opposizione che Un giorno in pretura ha incontrato nell'Associazione nazionale degli avvocati e in alcuni magistrati, in qualche opinion leader. Il Csm è quindi intervenuto sostenendo che non c'è contraddizione fra le due norme (perché riguardano ambiti diversi) e dando quindi, in pratica, a Un giorno in pretura il suo avallo autorevole (anche se non decisivo perché una pronuncia vincolata in materia spetta solo alla Corte di Cassazione, nel caso ne fosse investita). (leggi tutto)

* 

Se si voterà, che il voto sia palese

di Federico Zamboni

Andremo alle elezioni anticipate? Chissenefrega. Come insegnavano a scuola (alle elementari!) cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Che Berlusconi e il suo codazzo siano particolarmente odiosi non c’è dubbio, ma sul piano sostanziale le differenze col resto dei partiti sono secondarie. E il fatto stesso che si parli di un governo tecnico sta lì a dimostrarlo: quando la politica si riduce ad amministrazione dell’esistente, in una sequela di atti più o meno obbligati in ossequio alla congiuntura economica e ai condizionamenti internazionali, significa che la sua capacità di ripensare la realtà è venuta meno. 

Per dirla con le parole scritte proprio ieri da Alessio Mannino, nella sua ineccepibile risposta a un lettore che ci accusava di polemizzare sterilmente con “Il fatto quotidiano”, il nostro è «un sistema basato sul denaro come religione che produce da una parte i Berlusconi e dall’altra i Prodi o i Bersani che da Berlusconi differiscono solo negli interessi di cui sono portatori e terminali». Eliminato Silvio, arriverebbe fatalmente un altro personaggio che ci manterrebbe all’interno del modello attuale: un tipo che magari sarebbe meno tracotante all’apparenza ma non meno funzionale al mantenimento dello statu quo. Non solo quello italiano, che è nulla di più che una tessera periferica del mosaico complessivo. Quello occidentale, di impronta iperliberista e di marca statunitense.  (leggi tutto

 

 

 

 

Nei quotidiani di oggi:.. prime pagine, temi

 

Rassegna Stampa di ieri a cura di Arianna Editrice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Storia e Controstoria

Rileggere è più importante di leggere

Se si voterà, che il voto sia palese