Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Iran. Il Mossad colpisce ancora?

Una bomba magnetica sotto l’automobile ha ucciso l’ennesimo scienziato nucleare iraniano, Mustafa Ahmadi Roshan, e Teheran ha immediatamente attribuito l’attentato terroristico a USA e Israele, che naturalmente hanno negato. Nonostante l’attuale assenza di prove, però, un piano mirato di sabotaggio dello sviluppo nucleare iraniano, ad uso civile fino a prova contraria, appare abbastanza evidente.

Il vice presidente Mohammad Reza Rahimi ha dichiarato alla televisione di stato che «coloro che affermano di combattere il terrorismo hanno preso di mira gli scienziati iraniani. Sappiano che gli scienziati iraniani sono più determinati che mai». La chiara accusa a Mossad e CIA è corroborata dal fatto che il tipo di bomba magnetica è dello stesso tipo già usato in azioni del genere.

La vittima era uno specialista dell’arricchimento dell’uranio e non si può considerare una coincidenza che la sua eliminazione avvenga proprio a pochi giorni dall’annuncio che l’Iran ha avviato questa attività. Con Roshan il numero degli scienziati uccisi sale a quattro.

(fm)

Il figlio di Gheddafi a processo

Fincantieri: lavoratori (quasi ex) in piazza