Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Yemen. Saleh se ne va negli USA

Il presidente yemenita Saleh ha annunciato la sua partenza per gli Stati Uniti. Ufficialmente lo farà per sottoporsi a delle cure mediche, ma durante il discorso ha anche chiesto scusa ai connazionali per gli errori commessi durante i 33 anni di potere.

Il trasferimento, in realtà, sembra rientrare negli accordi raggiunti con l’opposizione, con cui avrebbe barattato l’immunità in cambio di un suo abbandono del paese. Le elezioni presidenziali sono previste per il 21 febbraio ed è prevista la presenza di un solo candidato di compromesso, Abd Rabbo Mansour Hadi, che avrà un mandato ridotto e pari a soli due anni.

In apparenza è una soluzione meno netta rispetto ad altre nazioni toccate dalla Primavera araba, ma invece potrà garantire un passaggio non traumatico verso un sistema più democratico, con minori rischi di sostituire le dittature con regimi islamisti.

(red)

Obama: discorso all’Unione. O discorso elettorale?

Decoro pubblico: più importante del falso in bilancio