Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Gli USA obbligano Pechino a sapere cosa respira

Le autorità di Pechino si sono finalmente decise a completare una rete di monitoraggio che misurerà in modo più accurato la qualità dell’aria in una delle città più inquinate dallo smog del mondo. Il municipio della città ha annunciato che altre 15 stazioni di rilevamento hanno cominciato a misurare la quantità di micro particelle, le famigerate PM 2,5. Si tratta di un agente inquinante microscopico risultante dalla combustione di carburante per auto o per centrali elettriche in grado di entrare nei polmoni. Decidere di misurare le PM 2,5, cosa che molti comuni italiani si guardano bene dal fare, significa voler davvero andare a fondo sulla salubrità dell’aria della città.

di Davide Stasi Nel Quotidiano

Crisi: il Portogallo ottiene una proroga sull'obiettivo del deficit

A proposito di Yoani