Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

GRANDE LEVATA DI SCUDI: SULLE VIRGOLE

Pd e PdL minacciano di non votare la Manovra, come se il nodo fosse davvero la Scuola o un punto di Iva

Vietato abboccare. Quello che sta andando in scena negli ultimi giorni, e che da oggi offrirà una “interessantissima” serie di incontri tra il presidente del Consiglio e i segretari dei principali partiti, non è minimamente il primo atto di un’inversione di tendenza, dopo quasi un anno di totale sottomissione al governo Monti.

Basta guardare i motivi di dissidio, per averne la certezza. Il Pd si impunta sulla Pubblica istruzione, il PdL grida al «tradimento» su Iva e detrazioni, e infine l’Udc storce a sua volta il naso su qualche effetto collaterale, dall’Imu alle cooperative sociali.

È come eccepire sulla grammatura dell’ultima scarica di granate, dopo un bombardamento a tappeto. Gli effetti generali restano identici, ma si può andare in giro a raccontare che la vigilanza della politica sull’economia resta alta. E che nessuno – neanche il Comandante in capo dell’Armata dei tecnici – può fare tutto quello che vuole.  

Ilva, settimana cruciale

Fukushima: il disastro incombe ancora