Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

«La guerra con l’Ossezia fu colpa di Saakashvili»

Bidzina Ivanishvili, il vincitore delle recenti elezioni georgiane, ha riconosciuto la responsabilità del suo paese nello scatenare la guerra del 2008 contro l’Ossezia, che fece intervenire le truppe di Mosca a difesa dell’indipendenza degli insorti.

Naturalmente lo fa imputando le responsabilità al presidente Saakashvili, ma, anche se ha l’aria di un regolamento di conti interno, la dichiarazione ristabilisce una verità a lungo negata anche in Occidente: a provocare il conflitto non fu la Russia, ma la Georgia, e anzi l’intervento russo avrebbe potuto essere letto come umanitario, se gli atlantisti non usassero sempre due pesi e due misure nell’applicare i loro standard.

nel Quotidiano

Niente Sakharov alle Pussy Riot

Crisi Spagna: 1 su 4 è senza lavoro