Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Grillini fuori dai talk show: "ok, la norma è giusta"

L’ingiunzione di Grillo ai suoi di non partecipare ai talk show televisivi non è cosa nuova, eppure continua a fare discutere.

Può sembrare controproducente privarsi di un potente mezzo di divulgazione delle proprie idee. Può apparire odiosa una proibizione che esclude dalla visibilità tanti militanti, giovani di valore e dalla faccia pulita, relegati a comprimari mentre sulla scena resta soltanto lui, il capo indiscusso, l’uomo solo al comando: la Lega può sopravvivere al tramonto del suo fondatore perché la prepotente personalità di Bossi non ha impedito che acquisisse esperienza e notorietà un ceto di amministratori e di leader locali che ora sono l’unica risorsa politica del partito. La durezza con cui Grillo esercita la sua direzione rischia di stroncare sul nascere l’emergere di un gruppo dirigente che si conquisti spessore politico e riconoscibilità.

di Luciano Fuschini Nel Quotidiano

Che c’azzecca, “Tonino for President”?

I giovani non bastano per la rivoluzione