Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

PRODUTTIVITÀ: I SINDACATI SI INCHINANO

Firmato l’accordo che conferma lo sbilanciamento a favore delle imprese. Si chiama fuori solo la Cgil

La prospettiva è nota, e ha il suo crisma in un altro accordo: quello del 28 giugno 2011, che venne colpevolmente sottoscritto anche dalla Cgil e che accettava il principio di un ridimensionamento dei contratti nazionali a favore di quelli stipulati nelle diverse aree territoriali o nelle singole aziende.

Ieri, però, si è compiuto un altro passo importante nella medesima direzione. In cambio di possibili vantaggi salariali, che peraltro restano tutti da verificare e che per ora consistono solo in una detassazione che riduce al 10 per cento l’aliquota fiscale sui premi di produttività, si sono lasciati un po’ più soli i lavoratori.

In perfetto stile Usa, Cisl-Uil-Ugl (la nuova Triplice) hanno accettato di ridurre il proprio ruolo a mera controparte economica. Monti canta vittoria in pubblico. Marchionne – c’è da scommetterci – si starà fregando le mani in privato.

Usura: questa piaga che non si vuole sanare

Gb: migliaia di studenti in piazza contro caro-ateneo