Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Da Lusi a Doni. Primo: minimizzare

Essere personaggi pubblici, dal mondo della politica a quello dello sport, offre molti vantaggi, ma dovrebbe avere come contrappeso un ulteriore obbligo di chiarezza e di responsabilità. Il potere può anche aiutare a nascondere le proprie malefatte, ma non basta certo a ridimensionarle, o addirittura a cancellarle, una volta che siano venute alla luce.

Nella società dell'apparenza, però, l'importante non è essere veramente puliti ma fingere di esserlo, argomentando con agilità la scusante del "così fan tutti" e, qualora non bastasse, facendo passare delle grandissime porcate come delle bravate occasionali. Minimizzare: è questa la parola d'ordine, la base degli insegnamenti che chiunque venga citato dai giornali anche una sola volta non può assolutamente ignorare.

Vedi i casi di Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita, e di Cristiano Doni, ex capitano dell'Atalanta.

 

di Sara Santolini

(nel Quotidiano)

Da "super Mario" a "nonno Mario"

Occhio, twitteristi. Gli USA vi osservano