Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Libertà d’Egitto

Ha ragione l’Iran quando, invece di usare il termine occidentale di primavera araba, parla di risveglio islamico, almeno in Egitto dove sembra che sia il fondamentalismo bigotto a stare trionfando sulla libertà.

L’attore Adel Imam, considerato il Chaplin del cinema arabo, è stato condannato a tre mesi di reclusione per “diffamazione verso l’Islam” e questo non per interpretazioni recenti ma per pellicole o commedie di 10 o 20 anni fa, dove l’attore, ora settantunenne, sbeffeggiava il fondamentalismo islamico, specie nelle sue derive terroristiche.

Le performance incriminate sono, infatti, il film Al-Irhabi (“Il terrorista”), del ‘94, e la piece teatrale "Al-Zaeem"  (“Il leader), scritta addirittura nell’85, senza alcun rispetto per principi come la non retroattività delle leggi penali. Anche se si fosse trattato di interpretazioni recenti, però, la gravità della deriva repressiva islamista non sarebbe meno grave e preoccupante.

(fm)



Sudan verso la guerra?

Monti a braccetto di Obama