Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Maldive. Furore islamista

Se vi erano dubbi sul fatto che il colpo di stato di Malè rientrasse nel quadro delle rivolte della primavera islamista, le ultime notizie che giungono dall’arcipelago sembrano spazzare via ogni dubbio: i musei sono stati presi d’assalto e le statue di Buddha ivi conservate sono diventate oggetto di vandalismo, quando non distrutte. Scene che rimandano agli assalti ai musei egizi o, su altra scala, al cannoneggiamento talebano che distrusse le più grandi statue del nono avatar di Vishnu esistenti.

Alla luce di questi eventi le parole di Masood Imad, portavoce del neo presidente Mohamed Waheed Hassan, quando dichiara che nelle Maldive «non c'è mai stato e non c'è alcun conflitto religioso», suonano false e c’è molto da allarmarsi.

La definizione, data sempre da Imad, di Paese «piuttosto liberale», non rispecchia affatto la realtà, come sa chi ha visto le Maldive al di fuori dei ghetti turistici, e la situazione sembra addirittura aggravarsi. Le sole parole a cui dare fiducia, stando alle ultime notizie, sono quindi quelle del deposto presidente Nasheed: «Salvate il mio Paese».

(fm)

«OWS è fallito». E se lo dice Panorama…

Siria. Civili armati fino ai denti