Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Grecia: il Pil nel IV trimestre 2011 crolla. Appunto

Per l'esattezza parliamo di un -7%. Almeno secondo quanto dichiara l'ufficio di statistica ellenico. Ora il punto non è tanto dare, a livello di cronaca, l'ennesima notizia sulla situazione della Grecia, quanto il fatto di sottolineare ancora una volta l'assoluta impossibilità di funzionare per le norme che di giorno in giorno vengono applicate ad Atene.
Come si pensa possano essere i dati in merito al primo trimestre del 2012? Naturalmente è assurdo aspettarsi miglioramenti rispetto ai dati del quarto trimestre 2011, per il semplice motivo che ora, più di allora, la situazione generale è ulteriormente peggiorata e che le nuove misure non potranno far altro che deprimere ancora di più il Pil: visto come unica possibilità di uscita dalla crisi, varare norme che lo fanno decrescere ulteriormente, fa arrivare presto alla conclusione del ragionamento.
Un ragionamento - forse - che il popolo greco ha ormai fatto fino in fondo. E che è probabilmente alla base dell'astio nei confronti del governo che invece va dritto per la strada di appoggio agli usurai internazionali.

Banche etiche: il denaro come servizio

Da A2 ad A3. Moody’s ci colpisce di nuovo