Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Birmania. San Suu Kyi in tv, forse

Dopo i molti anni trascorsi agli arresti domiciliari, o comunque subendo limitazioni alle libertà individuali, il simbolo della resistenza al regime birmano sembra finalmente vicino ad avere accesso alla ribalta televisiva. Il discorso elettorale di Aung San Suu Kyi dovrebbe infatti essere trasmesso in serata nell’ambito delle tribune elettorali concesse ai candidati, in vista delle elezioni suppletive del primo aprile.

In palio ci sono 48 seggi, 40 dei quali alla Camera bassa, sei alla Camera alta e due nelle assemblee regionali, necessari per sostituire gli eletti del 2010 che nel frattempo hanno assunto incarichi di governo. In particolare San Suu Kyy, che il prossimo 19 giugno compirà 67 anni, concorre per un seggio di Yangon (precedentemente nota come Rangoon) che è la più grande  città del Myanmar e che ne è stata la capitale fino al novembre 2005.

La morsa del regime pare che si stia allentando, ma solo faticosamente: il discorso, infatti, ha subito dei tagli da parte della censura.

(red)

Rassegna stampa di ieri (14/03/2012)

Crollano i consumi? Ecco come stiamo cambiando