Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Scontri nel sud della Libia. Altro che pacificazione

Il CNT è molto lontano dal controllare il territorio libico, così come difficilmente può essere considerato espressione del popolo libico: dopo la Cirenaica anche il sud è in conflitto con il governo di transizione.

Qui, però, è conflitto aperto e si contano almeno 50 morti e 160 feriti nel settore di Sebha, che sarebbe stato abbandonato dalle forze governative, almeno secondo fonti non confermate, le quali tuttavia troverebbero riscontro nelle dimissioni del locale rappresentante CNT, Abdulmajid Saif al-Nasser, che ha denunciato come il governo non possa o non voglia fermare la violenza nella zona.

Ogni giorno che passa la Libia si dimostra sempre più un non-stato, in mano ad un governo che non solo non rappresenta il popolo, ma che è anche incapace di gestire le crisi interne. 

(fm)

Egitto: assemblea costituente a trazione islamista

Un uomo si dà fuoco davanti all'Agenzia delle Entrate