Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Siria: il regime affonda e i topi scappano

Dopo la Russia anche Pechino esercita pressioni per un cessate il fuoco bilaterale e Kofi Annan, che dal 23 febbraio è “emissario congiunto dell’ONU e della Lega Araba”, è al Cairo per preparare una sua visita a Damasco dove ha dichiarato che farà «tutto il possibile per far cessare le ostilità» ma che la soluzione definitiva è in un accordo politico.

Siamo forse di fronte ad una svolta decisiva ai fini di una soluzione negoziale della crisi, e tutto lascia pensare che Assad dovrà lasciare il potere: il vice ministro del petrolio, Abdo Hussameddin, è passato dalla parte dei ribelli.

I topi che abbandonano la nave sono uno dei segni inequivocabili che essa sta affondando e un vice ministro non è un topolino qualunque, ma una bella pantegana: come in Libia, ci si sta affrettando a salire sul carro dei vincitori prima che sia troppo tardi.

Troppo tardi è, comunque, per il popolo siriano che ha dovuto pagare il prezzo cruento della guerra civile, e la speranza di una exit strategy concordata è che ai massacri già avvenuti non segua una sanguinosa repressione, degna di quella che l’ha preceduta.

(fm)

 

 

Usa a Israele: armi per la pace

La Grecia è fallita comunque: inutile attendere le 21