Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Altro che Spagna, il Portogallo è la bomba finanziaria sotto lo spread

Mai illudersi di aver toccato fondo. E’ trascorso un anno da quando il Portogallo (allora governato dai socialisti di José Socrates) fu costretto a ricorrere al piano internazionale di salvataggio finanziario da 78 miliardi di euro per evitare la bancarotta. Ma il bombardamento incessante di ricette d’austerità imposte dalla troika Fmi-Ue-Bce al nuovo esecutivo di centro-destra uscito dal voto anticipato del giugno 2011, non ha finora consentito al paese di risollevare la testa. Anzi, i risultati sono francamente sconfortanti, tanto che non ha sorpreso l’ammissione del primo ministro Pedro Passos Coelho che, in un articolo pubblicato sul Financial Times, riconosce di non poter escludere l’eventualità di dover ricorrere nuovamente al sostegno ‘dei nostri soci internazionali’. Esistono, a detta del premier, ‘circostanze aliene al nostro controllo’, che potrebbero impedire il ritorno del paese sui mercati finanziari nei tempi previsti, cioè nell’autunno del 2013.

(Leggi tutto)

L'Egitto interrompe le forniture di gas a Israele

Crisi: Pmi Eurozona in forte calo