Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Un dato, un trend: prezzi su, retribuzioni ferme

L’inflazione sale, gli stipendi ristagnano. E quindi, all’atto pratico, è come se scendessero, visto che perdono in potere d’acquisto. Come emerge dai dati dell’Istat, siamo ormai a uno scarto tra l’aumento dei prezzi e quello dei salari che in marzo è arrivato al 2,1 per cento. Ovvero, per dirla col Corriere, «il divario più alto dall'agosto del 1995 e l’aumento tendenziale più basso dal 1983, anno di inizio della ricostruzione delle serie storiche».

L’aspetto che colpisce per primo è proprio che i riferimenti siano così lontani nel tempo, ma la chiave di lettura deve essere molto più ampia.

di Federico Zamboni

(nel Quotidiano)

Rassegna stampa di ieri (24/04/2012)

La Turchia chiede le scuse di Israele, ma lei quando le farà?