Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Consiglio di Sicurezza ONU: finalmente una risoluzione sulla Siria

Il Consiglio di sicurezza ONU si è finalmente sbloccato ed ha votato, all’unanimità, una risoluzione sulla Siria: prevede l’invio di 250 osservatori che dovranno godere di una libertà di movimento “completa, senza ostacoli ed immediata”, altrimenti l’ONU si riserva di agire nei modi che riterrà opportuni per il rispetto della risoluzione.

Il blocco posto dai veti russo-cinesi è stato superato, ma ciò è stato possibile perché i sedicenti “amici della Siria” sono stati costretti a più miti consigli e a lavorare per la transizione, non per la sostituzione della dittatura con un Quisling.

Continuano, tuttavia, gli scontri fra opposte milizie e Assad viene accusato di non voler rispettare i piano Annan, tuttavia è difficile stabilire se sono i lealisti o, piuttosto, i disertori i primi violatori della tregua, visto che il Consiglio nazionale siriano non riconosce il governo di Damasco e che gli amici della Siria incitano a boicottare ogni iniziativa governativa.

Quanto sia sincero Assad non è ancora dato sapere, ma quanto gli “umanitari” lo siano è dimostrato dalla Turchia, che pare intenzionata a chiedere l’intervento NATO per difendere i suoi confini. Su queste basi non è difficile discernere chi, fra Russia e “amici”, sia il vero nemico della pace.

(fm)

Chernobyl 26 anni dopo. Un sarcofago per voltare pagina

L’Iran non vuole l’atomica, secondo il capo di Stato maggiore israeliano