Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Basta che respiri, ma anche no

Per apostrofare gli amici particolarmente arrapati, o di bocca buona, si usava dire che per loro una donna bastava che respirasse per essere scopabile, ma spesso la risposta che si riceveva era, “se è bona va bene pure se è ancora calda”: nell’Egitto post primavera araba potrebbe bastare che sia tua moglie ad “essere ancora calda” per una chiavatina finale.

Il Parlamento egiziano starebbe, infatti, portando avanti una legge che autorizzerebbe il “rapporto d’addio”, grazie al quale i mariti egiziani sarebbero autorizzati a dare una bottarella alla moglie entro le sei ore dal decesso.

Speriamo non siano queste le grandi conquiste della democratica primavera islamica, raggiunte grazie alla sanguinosa rivolta egiziana, perché, anche ammettendo che si debbano rispettare acriticamente tutte le “tradizioni” altrui, c’è un limite a tutto: neppure da morte le donne hanno diritto al rispetto.

Certe interpretazioni religiose con il “rapporto d’addio” sfondano, in maniera macabra, le frontiere del ridicolo. In Egitto, però, ridono poco: le relazioni sono di tono sdegnato e preoccupato, specie da parte del Consiglio Nazionale per le donne, che, dopo l’abbassamento dell’età matrimoniale a 14 anni e la perdita del diritto all’istruzione, non riescono proprio a mandar giù questo ennesimo oltraggio.

Anche i media egiziani si sono schierati contro questa proposta di legge, e il conduttore televisivo Jaber al-Qarmouty ha espresso pubblicamente il suo sdegno nei confronti di questa aberrazione: “La questione è davvero seria. Sarebbe una catastrofe dare ai mariti un tale diritto sulle proprie mogli. Davvero la tendenza islamica si è spinta a tal punto? Ci sono davvero persone che la pensano in questo modo?”

Adesso, viste le reazioni negative che non sono limitate alla nicchia laica del paese e quelle internazionali, le fonti dell’islamismo parlamentare si affannano a sostenere che questa proposta non è mai esistita, ma in quell’ambiente non si registra nessuna esplicita condanna del “rapporto d’addio”.

(fm)

Ocse: Italia al top per rincari energia

Europa: la "locomotiva" tedesca sgancia i vagoni