Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Conflitto sunnito-sciita: è lo Yemen il nuovo fronte?

Lo Yemen sembrava essere uscito relativamente indenne dal cambio di regime, che aveva visto uscire volontariamente di scena il dittatore Sale. Adesso, però, in aggiunta al fronte di guerra che contrappone Al Qaeda e regolari si registrano violenti scontri, nel nord del paese, fra sciiti zaidisti e integralisti sunniti.

L’ultimo episodio è stato un’autobomba piazzata contro una base sciita, che ha causato 13 morti. Un atto che va a rinfocolare il conflitto contro gli sciiti, che sono maggioritari nell’area settentrionale e che nel 2004 si erano ribellati a causa delle discriminazioni subite da parte del governo.

Il cambio al vertice non ha, però, mutato la situazione. Anzi, al momento i sunniti vengono sostenuti dalla nuova amministrazione, ma più ancora dalla confinante Arabia Saudita, sempre più impegnata nella sforzo di colpire e sradicare l’eresia sciita dall’Islam in tutti i continenti.

Lo Yemen pareva essere stato l’unico paese ad aver tratto effettivi benefici dalla primavera araba, ma anche qui le pressioni straniere rischiano di far cadere nel baratro una nazione che era fin qui riuscita a evitarlo.

(fm)

Siria, Assad accusa il "terrorismo straniero". Replica l'Arabia Saudita

Siria. L’ONU teme una guerra civile “catastrofica”