Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Un'ideuccia, o due, per la Festa della Repubblica

C’è decisamente un errore di impostazione, nelle polemiche degli ultimi giorni sull’opportunità o meno di effettuare la classica sfilata del 2 giugno. I fronti contrapposti, infatti, si limitano a discuterne in funzione del terremoto che ha squassato l’Emilia Romagna, e che peraltro non si può considerare una minaccia ormai alle spalle.

Porre la questione della sfilata è giustissimo, ma non come ripensamento occasionale. Non è che non la si debba fare solo quest’anno, perché capita a ridosso di una catastrofe naturale e si vorrebbe che ogni quattrino risparmiato andasse a beneficio delle popolazioni colpite. È che non la si deve fare più fino a nuovo ordine. 


di Federico Zamboni

(nel Quotidiano)

Siria. L’ONU teme una guerra civile “catastrofica”

Spagna a picco: e si scoprono le carte