Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

ARRIVA, ARRIVA, L’AUMENTO DELL’IVA

Gettito sotto le previsioni, spending review al palo: e così il salasso sui consumi diventa “inevitabile”

Si sa come la pensano i “tecnici”: i conti pubblici devono quadrare per forza, in un modo o nell’altro. E il modo più sicuro, tanto per cambiare, è sparare nel mucchio. Dalle case alla benzina. O addirittura a 360 gradi, incrementando le imposte indirette sulla generalità dei beni e dei servizi. Tranne quelli di lusso, si intende, che per decisione Ue non sono più previsti come tali, almeno fino al 2015.

La misura è già in calendario da tempo, con due punti in più dal prossimo ottobre. Praticamente su tutto. E a carico di tutti nella medesima misura, dai disoccupati ai super manager. Dai pensionati sociali da 500 euro ai pensionati d’oro alla Giuliano Amato.

Monti aveva detto e ripetuto che il governo sperava di poterlo evitare. Adesso, però, arrivano i dati sul gettito, che è sì in crescita ma molto al di sotto delle attese. Ed ecco pronto l’alibi per tirare dritto.

A malincuore, ci mancherebbe.  

Attesa per la Bce, spread poco mosso

LA SPAGNA BATTE CASSA (E BUTTA SANGUE)