Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

PIAGNISTEO MONTI

Il premier si lamenta dei “poteri forti”. Dimenticando che sta dove sta grazie ai “poteri fortissimi”

Le parole suonano schiette, ma non significa che lo siano davvero.

Dice Monti: «Il mio governo e io abbiamo sicuramente perso in questi ultimi tempi l'appoggio che gli osservatori ci attribuivano – spesso colpevolizzandoci di questo – dei poteri forti. In questo momento non incontriamo i favori di un grande quotidiano, considerato voce autorevole dei poteri forti e non incontriamo i favori di Confindustria».

La mistificazione è sottile, anche se non è inedita. Il messaggio è che le riforme non vanno contro la generalità dei cittadini, nonostante le apparenze, ma contro certi gruppi che si sono consolidati in precedenza, e che infatti osteggiano il cambiamento.

La verità è un po’ diversa: nella mappa del grande potere c’è meno spazio di un tempo, e i vecchi feudatari si ribellano alle nuove limitazioni.

Russia: sì al nucleare civile iraniano

Addio a Bradbury, l’artista che vedeva il futuro