Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Libia. Anche Jibril si richiama alla Sharia

Il successo annunciato e schiacciante del partito di Mahmoud Jibril, anche se i dati non sono ancora ufficiali, aveva fatto credere che la Libia fosse in controtendenza rispetto al resto della Primavera araba e che, almeno qui, questa non avrebbe assunto derive islamiste, ma la condiscendenza degli sconfitti Fratelli Musulmani e le ampie aperture fatte a questi dall’“Alleanza delle forze nazionali” avrebbero dovuto far riflettere.

L’illusione, infatti, è durata poco: Jibril ha negato qualsiasi etichettatura “liberale” o “laica” del suo partito ed ha ribadito che la sharia sarà il fulcro della nuova legislazione libica: nulla di nuovo quindi sotto il sole dei deserti.

(fm)

Iran: l’Occidente sanziona, Mosca incassa

Egitto. Braccio di ferro sul Parlamento