Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

ITALIA. NON LA SPA DI NAPOLITANO & C.

Un altro, decisivo inganno da smascherare: la nostra nazione identificata in chi la rappresenta adesso

L’ultimo pretesto è il tifo calcistico: la nazionale di Prandelli che diventa il testimonial del governo Monti e del presidente della Repubblica che ne è il deus ex machina.

Lo stesso Capo dello Stato, a sua volta, che si erge a primo supporter degli Azzurri e, quindi, a capintesta delle sterminate masse dei patrioti del pallone. Napolitano fa i complimenti a Buffon e agli altri “eroi” di ritorno dagli Europei, i quali lo ricambiano con altrettanto fervore.

Salamelecchi a volontà e attestazioni reciproche di affetto e di stima. Il nonno blandisce i nipotini e i nipotini acclamano il nonno. Quanto ai sacrifici che il nonno impone alla generalità dei cittadini, per il tramite del solerte zio Mario (Monti), ai nipotini non interessa un bel nulla. Essendo non solo “bravi, belli, buoni, nobili e generosi”, ma anche multimilionari, la questione non li tange.

La messinscena è delle peggiori, ma facendo leva sull’ingenuità popolare rischia di andare a buon fine. Motivo di più per dire, o per urlare, che la nazionale di calcio non è la nazione nel suo insieme. E che Napolitano & Monti sono solo il presidente e l’a.d. di una SpA che non vediamo l’ora di sciogliere d’autorità. E di trasformare in una vera cooperativa.

 

Crisi:Irlanda torna a emettere bond

L'ultima occasione per liberare la Rai dalla dittatura dei partiti