Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Ue: no ad Acta, il trattato “anti contraffazione”

Le petizioni popolari e affini sono andate a segno: con 478 deputati che hanno votato a sfavore, 165 che si sono astenuti e solo 39 che avrebbero voluto la ratifica, il Parlamento europeo ha cassato il cosiddetto Acta, acronimo di Anti-Counterfeiting Trade Agreement. Vale a dire, “accordo commerciale contro la contraffazione”.

La materia è spinosissima, visto che riunisce nello stesso calderone l’ambito artistico e quello prettamente mercantile, ma sull’esigenza di tutelare la sfera economica dei legittimi proprietari ha prevalso quella di non conculcare i diritti di accesso e di utilizzo da parte della generalità dei cittadini, con particolare riguardo agli utenti di Internet.

Il relatore David Martin, del gruppo S&D (Socialisti e Democratici), lo ha ribadito dopo il voto. Pur riconoscendo che «l'UE deve trovare vie alternative» per disciplinare il settore, ha dichiarato senza mezzi termini: «Sosterrò sempre le libertà civili rispetto alla protezione del diritto di proprietà intellettuale».

(red)

CdA RAI. Ancora niente nomine

Ahia. La Fornero resta in sella