Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Tassi: la Bce taglia da 1 a 0,75

Era nell’aria ed è arrivato, con tanto di piccolo record statistico perché è la prima volta che si scende al di sotto dell’un per cento. Il Consiglio direttivo della Bce ha ridotto il tasso ufficiale di 25 punti base, portandolo a 0,75, e almeno in teoria l’intento è quello di attenuare un po’ la pressione sui debiti pubblici degli Stati maggiormente colpiti, tra cui l’Italia, e di aggiungere un qualche incentivo al credito bancario e quindi alla crescita.

Le motivazioni (anch’esse “ufficiali”, appunto) le ha ribadite il presidente Mario Draghi, tra la constatazione delle debolezze assortite di stampo recessivo e le pallidissime aperture a dei miglioramenti futuri, peraltro lievi e tutti da verificare. Infatti: e sarà meglio non farsi illusioni neppure riguardo agli effetti positivi dell'odierno taglio ai tassi, beninteso sulla ripresa produttiva e occupazionale, anziché sulla sola gestione finanziaria delle banche e affini.

 

qui la notizia

 

OPLÀ, ECCO IL NUOVO CDA

Mosca snobba gli “amici della Siria”