Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

I COSIDDETTI FALCHI, LE COSIDDETTE COLOMBE

Di qua i tedeschi cattivi e di là i buoni alla Monti e Draghi. Ma i veri “bad boys” sono gli speculatori

Ci siamo. A Francoforte si riunisce il Direttivo della Bce, per decidere se permettere a Draghi di «fare di tutto». Ovverosia, di aggirare il divieto di acquisto diretto dei titoli pubblici degli Stati Ue.

La situazione è molto incerta, e lontanissima da quella unanimità che piacerebbe tanto allo stesso Draghi e a coloro i quali, in Europa e negli Usa, ne condividono o ne ispirano le scelte. Al momento il “partito del governatore” può contare su una prevalenza teorica di 11 contro 7, ma ci sono 4 indecisi. E il voto di maggioranza, in ogni caso, non chiuderebbe la questione.

Al di là della vicenda specifica, e dei suoi gravi riflessi sugli spread delle singole nazioni tra cui l’Italia, va però segnalata la mistificazione che si staglia sullo sfondo. Alla Germania e ai Paesi nordici che la appoggiano, nei suoi atteggiamenti rigoristi o pseudo tali, viene attribuita l’etichetta di “falchi”. A Draghi & C., viceversa, quella di “colombe”.

Una contrapposizione ipocrita, risibile e dolosamente falsa. Qui non ci sono né buoni né cattivi, ma soggetti che badano ai propri interessi. O piuttosto, dietro le cortine fumogene dei rispettivi Stati, a quelli dei potentati finanziari di riferimento.

Ed è proprio tra questi ultimi, quindi, che vanno cercati, e trovati, i “cattivi”.

Più che i veri falchi, i veri avvoltoi. 


RETROMARCIA DRAGHI. E L’ASSO NON C’È PIÙ

SERVE LO SCUDO, PROFESSORE?