Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Psicopolizia on line: marine in manicomio per aver postato su Facebook

 La psicopolizia di orwelliana memoria è una realtà on line: in Virginia lo scorso 16 Agosto, l’ex marine Brandon J. Raub è stato ammanettato e trascinato in una clinica psichiatrica per aver postato su Facebook.

 I post che hanno giustificato un tale radicale intervento sostenevano che: il governo americano è l’unico responsabile degli attacchi terroristici dell’11 Settembre; il paese è governato da una cricca di malvagi cabalisti; nel cielo vengono rilasciate sostanze dannose, come il bario.

 Un tempo, che fu chiamato neurocomunismo, erano i dissidenti russi a venire internati in strutture psichiatriche, adesso invece siamo tutti globalmente a rischio. Probabilmente i toni dell’ex marine erano particolarmente deliranti, ma, siccome sono tanti a praticarli su FB, il dubbio che sia un messaggio della psicopolizia USA in relazione ad almeno un paio dei temi toccati è lecito e ci sentiamo di poterlo affermare senza paura alcuna: ma solo perché da noi i manicomi sono stati chiusi tempo fa.

USA, Cina e Russia disertano il Consiglio di Sicurezza ONU

La Merkel e il populismo. Paura eh?