Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Iraq: ondata di attentati dopo la condanna di Tariq al-Hashemi

51 i morti e 250 i feriti. Gli attentati hanno fatto seguito alla condanna a morte, in contumacia,  del vicepresidente Tariq al-Hashemi, un sunnita entrato in rotta di collisione con il premier sciita Nuri al-Maliki e accusato di aver organizzato 'squadroni della morte'.

L'ormai ex vicepresidente era stato uno dei più veementi critici del primo ministro (sciita) Nuri al-Maliki ma in dicembre era stato costretto a fuggire prima nel Kurdistan iracheno e poi, in aprile, in Turchia dove l'ha inseguito l'accusa di aver istigato l'uccisione di circa 150 personalità tra cui sei giudici e il direttore generale di un ministero. La condanna di ieri alla pena capitale è stata pronunciata per l'uccisione di un'avvocatessa e di un generale. Hashemi ha sempre respinto le accuse rifiuntandosi di accettare il giudizio di un tribunale che ritiene parziale e un esponente del suo partito, l'Iraqiya appoggiato dai sunniti, ha parlato di sentenza "politica".

FUORI DA QUESTA EUROPA

Le tasse del dipendente