Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Qualche nota sul governo Napolitano-Berlusconi-Monti-Letta

napoberludi Aldo Giannuli - aldogiannuli.it.

E’ consuetudine chiamare il governo con il nome del Presidente del Consiglio, ma, nella prima Repubblica spesso si faceva seguire a quello il nome del principale alleato, per esprimere la formula di maggioranza. Ad esempio, il secondo governo Andreotti fu definito Andreotti-Malagodi-Tanassi (ma più spesso “Andreotti-Malagodi”) per dire che la formula era Dc-Pli-Psdi, oppure i primi governi di centro sinistra furono chiamati Moro-Nenni e poi Rumor-De Martino per dire che la formula base era l’alleanza Dc-Psi, cui concorrevano in posizione minore Psdi e Pri.

Poi nella seconda repubblica la cosa fu meno chiara, perché in teoria si trattava di governi “omogenei” e dopo il primo governo “Berlusconi, Bossi, Fini” in genere si è usato il solo nome del Presidente del Consiglio seguito dall’eventuale ordinale per dire se si trattava del primo, secondo o terzo governo presieduto da quell’esponente.

Ma questo che ha appena giurato come dobbiamo chiamarlo?

Leggi tutto

Sul mercato del lavoro Letta dichiara il falso

LUSSEMBURGO NON E’LA PROSSIMA CIPRO, NON ANCORA, MA ....