All tagged Ruby

Se il problema sono le minorenni che svolazzano intorno al premier, ecco qua la soluzione. Si fanno diventare maggiorenni in anticipo. E con effetto retroattivo

di Davide Stasi

Il non meravigliarsi più di nulla è un tratto distintivo di chi scrive su queste pagine e di chi usualmente le legge. Eppure stavolta il regime tele-pluto-monocratico vigente in Italia ha fatto il miracolo, andando oltre le più pessimistiche aspettative, e dunque spiazzandoci. La notizia, nella sua comica tragicità, è semplicemente questa: il PDL ha espresso l’intenzione di abbassare per legge il limite d’età oltre il quale si è maggiorenni. Con effetto retroattivo.

Spiegazioni esilaranti di Berlusconi e dei suoi: le telefonate alla questura di Milano furono ispirate soltanto da una generica filantropia, che avrebbe potuto riguardare chiunque

di Federico Zamboni 

Cabaret allo stato puro. O, se si preferisce, umorismo involontario. Nella puntata di ieri sera di Ballarò Maurizio Lupi (una delle più collaudate “facce di gomma” del Pdl, capace di sostenere qualsiasi cosa con imperturbabile convinzione e, perciò, infaticabile ospite dei salotti televisivi con la missione impossibile di difendere Berlusconi... da Berlusconi) ribadisce la tesi difensiva del presidente del Consiglio riguardo al caso Ruby. Se Egli ha telefonato personalmente alla questura di Milano, che aveva fermato la ragazza con l’accusa di furto, e se le ha trovato all’istante una persona disponibile a prenderla in affido, è stato solo per uno slancio di generosità. Avendo avuto la ventura di conoscere di persona la sventurata – che non ha esattamente le phisique du role della piccola fiammiferaia, ma tant’è: si sa che a volte le apparenze ingannano e, dietro le misure da maggiorata, e una spregiudicatezza da maggiorenne, può palpitare il tenero cuoricino di un’adolescente abbandonata a se stessa – quel galantuomo di Silvio non ha potuto esimersi dal fare ciò che poteva per soccorrerla, non appena è venuto a sapere dell’ennesima disavventura nella quale era incappata.

di Ferdinando Menconi

Cosa c’è dietro Ruby? E non siate maliziosi, ma maligni: cosa c’è da coprire dietro questo scandalo scoppiato al momento giusto? Torneranno le solite inconcludenti dieci domande di Repubblica e tutto si insabbierà sotto le lenzuola del cavaliere com’è già accaduto? Di sicuro quello che realmente dovrebbe essere scandalo perderà centralità nel dibattito politico e sulla stampa.

Tutti si sono tuffati nel Bunga Bunga, dimenticando Antigua e altre marginalità, perché questo fa comodo a tutti, è perfettamente coerente alle esigenze di radicalizzazione del consenso: lo radicalizza il sia attorno a una sinistra sempre più puritana, se non bigotta, sia attorno alla destra tronista, dove già sono nati gruppi del tipo “Noi Bunga Bunga, voi Bindi Bindi”, e tutto questo senza rischi.